Girotonno 2017, ecco 5 buoni motivi per non perdervelo

Girotonno

Ci siamo, finalmente! Torna l’appuntamento con Girotonno. Dal 22 al 25 giugno 2017 nella meravigliosa cornice di Carloforte, sull’isola di San Pietro, va in scena la 15^ edizione della rassegna che celebra e valorizza l’antica cultura di tonni e tonnare.

I colori della Sardegna, il profumo del mare e i sapori di uno dei suoi frutti più pregiati: per quattro giorni Carloforte ospita degustazioni, musica, cultura e grandi sfide di cucina, il tutto in nome del tonno rosso, il grande corridore dei mari che ogni anno fa tappa sulle coste sarde per riprodursi.

Oltre a ritrovare due volti conosciuti della Compagnia degli Chef, come il padrone di casa Luigi Pomata – carlofortino e maestro per quanto riguarda il tonno – e Stefano De Gregorio – alias ChefDeg – ci sono tante altre valide ragioni per raggiungere a fine giugno uno degli angoli più incantevoli della Sardegna.

Ecco quindi cinque ottimi motivi per non perdersi Girotonno 2017.

Dovete andarci…

1 – Per assistere alla Tuna Cuisine Competition

E’ l’evento principale del Girotonno. Gli chef di sei nazioni si sfidano tra loro in una gustosissima gara gastronomica che vede protagonista indiscusso il tonno rosso. I piatti vincenti saranno selezionati da una giuria tecnica, composta da giornalisti, esperti e opinion leader e da una giuria popolare: i visitatori della manifestazione assaggiano i piatti e votano il loro preferito. L’anno scorso ha trionfato il Perù, mentre l’Italia rappresentata dal nostro chef Stefano De Gregorio e da Alberto Sanna è arrivata seconda. Quest’anno chi vincerà?

Girotonno

2 – Per carpire i segreti degli chef con il Girotonno Live Cooking

Gli chef italiani e internazionali non gareggiano solamente. Sono protagonisti anche di live cooking quotidiani in cui preparano le loro originali creazioni a base di tonno rosso e spiegano e consigliano al pubblico i loro trucchi tra i fornelli.
Sul palco, oltre a Luigi Pomata e Stefano De Gregorio ci saranno altri nomi importanti, come quelli di Filippo La Mantia, Andy Luotto, Achille Pinna e il maestro di sushi giapponese Haruo Ichikawa, nelle cucine del ristorante Iyo, il primo ristorante “etnico” in Italia ad essere premiato con una stella Michelin. A condurre gli appuntamenti sul palco Federico Quaranta, giornalista enogastronomico e conduttore televisivo.

Girotonno

3 – Per gustare questi sapori eccezionali al Girotonno Tuna Village

Va bene imparare e divertirsi, ma ad un certo punto queste delizie vanno assaggiate! Ogni giorno sulla banchina Mamma Mahon si possono gustare il tonno, in tantissime ricette diverse, e alcuni piatti tipici di Carloforte. Il ticket per la degustazione comprende pasta al forno e cus cus, tonno al Carignano, spezzatino di tonno, tonno alla carlofortina, gelato, pane e una bevanda a scelta tra vino, birra e acqua. Basta parlarne un attimo e già viene l’acquolina in bocca…

Girotonno

4 – Per divertirsi con il Girotonno Live Show

Al tramonto, ai sapori e ai profumi del Girotonno si accompagnano poi la musica e il divertimento. Ogni sera sul palco del Palapaise c’è un grande concerto live.
Quest’anno le notti carlofortine saranno animate da due importanti nomi della musica italiana: Nek e Fiorella Mannoia.

Girotonno

5 – Per scoprire questo territorio meraviglioso

Tutta la Sardegna è meravigliosa, ma il Sulcis Iglesiente con le bellezze di Carloforte e dell’isola di San Pietro è sicuramente uno dei territori più suggestivi. Non approfittarne per conoscerne le bellezze sarebbe davvero imperdonabile! Quattro diversi itinerari di trekking, nella natura e tra i vicoli di Carloforte, portano alla scoperta di paesaggi mozzafiato, un mare splendido e tante testimonianze culturali: dalle tradizioni millenarie all’artigianato locale. Porte aperte anche al nuovo museo Torre San Vittorio, che racconta la storia dell’isola attraverso schermi touch, realtà virtuale e filmati. Non basta? Dalla terrazza si gode di una suggestiva vista sulle saline e sull’isola.

Cultura, natura, ottimo cibo e divertimento: che dire, gli ingredienti ci sono tutti! Non resta che partire. Buon viaggio e buon Girotonno!
[per saperne di più: girotonno.it]

Simone Pazzano
Curioso prima di tutto, poi giornalista e blogger. E questa curiosità della vita non poteva che portarmi ad amare i viaggi e il cibo in ogni sua forma. Fotocamera e taccuino alla mano, amo imbattermi in storie nuove da raccontare.

Similar Articles

One thought on “Girotonno 2017, ecco 5 buoni motivi per non perdervelo

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in compagniadeglichef.saporie.com acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi